Reumatologia
ACR-ARHP San Diego
Eular 2017

Disturbi dell'umore nel lupus eritematoso sistemico


E’ stata esaminata la frequenza, le caratteristiche e l'esito di disturbi dell'umore, nonché le associazioni cliniche e gli autoanticorpi, in una coorte multietnica prospettica di pazienti con lupus eritematoso sistemico ( SLE ).

I pazienti sono stati valutati ogni anno per i disturbi dell'umore ( 4 tipi, secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, quarta edizione ) e 18 altri eventi neuropsichiatrici.

Sono stati raccolti i punteggi di attività della malattia globale ( SLE Disease Activity Index 2000 SLEDAI-2K ), i punteggi di danno ( Systemic Lupus International Collaborating Clinics / American College of Rheumatology Damage Index SDI ), sottoscale Short Form 36, e punteggi complessivi delle componenti fisiche e mentali.

Tra i 1.827 pazienti con lupus eritematoso sistemico, l’88.9% era di sesso femminile, e il 48.9% era di origine caucasica.
L’età media dei pazienti era di 35.1 anni, la durata della malattia è stata di 5.6 mesi, e la durata del follow-up è stata di 4.7 anni.

Nel corso dello studio, 863 pazienti su 1.827 ( 47.2% ) hanno avuto 1.627 eventi neuropsichiatrici.

Disturbi dell'umore sono avvenuti in 232 pazienti su 1.827 ( 12.7% ) e 98 eventi di disturbo dell'umore su 256 ( 38.3% ) sono stati attribuiti a lupus eritematoso sistemico.

L'incidenza cumulativa stimata di qualsiasi disturbo dell'umore dopo 10 anni è stata del 17.7%.

Un maggiore rischio di disturbo dell'umore è stato associato ad eventi neuropsichiatrici concomitanti ( P minore o uguale a 0.01 ), e un minore rischio era associato con la razza / etnicità asiatica ( P=0.01 ) e con il trattamento con farmaci immunosoppressori ( P=0.003 ).

I disturbi dell'umore erano associati a una più ridotta salute mentale e a peggiori punteggi complessivi delle componenti mentali, ma non con i punteggi alla scala SLEDAI-2K, alla scala SDI, o con gli autoanticorpi per lupus.

Tra i 232 pazienti con depressione, 168 ( 72.4% ) sono stati trattati con antidepressivi. 126 disturbi dell'umore su 256 ( 49.2% ) si sono risolti in 117 pazienti su 232 ( 50.4% ).

In conclusione, i disturbi dell'umore, il secondo evento neuropsichiatrico più frequente nei pazienti con lupus eritematoso sistemico, hanno un impatto negativo sulla qualità di vita connessa alla salute e migliorano nel tempo.
La mancanza di associazione con l'attività della malattia globale per il lupus eritematoso sistemico, il danno d'organo cumulativo, e gli autoanticorpi per lupus sottolinea l'eziologia multifattoriale dei disturbi dell'umore e il ruolo delle terapie non-specifiche per il lupus. ( Xagena2015 )

Hanly JG et al, Arthritis Rheum 2015; 67:1837-1847

Reuma2015 Psyche2015



Indietro