Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Baricitinib per lupus eritematoso sistemico


I pazienti con lupus eritematoso sistemico hanno notevoli esigenze mediche insoddisfatte.
Baricitinib è un inibitore selettivo orale della Janus chinasi ( JAK ) 1 e JAK2 che potrebbe offrire beneficio terapeutico nei pazienti con lupus eritematoso sistemico.

In uno studio di fase 2 in doppio cieco, multicentrico, randomizzato, controllato con placebo, della durata di 24 settimane, i pazienti sono stati reclutati da 78 Centri in 11 Paesi.
I pazienti eleggibili erano di età a partire da 18 anni, avevano una diagnosi di lupus eritematoso sistemico, e avevano malattia attiva che coinvolgeva la pelle o le articolazioni.
I pazienti sono stati assegnati casualmente a ricevere una volta al giorno Baricitinib 2 mg, Baricitinib 4 mg oppure placebo per 24 settimane.

L'endpoint primario era la percentuale di pazienti che raggiungevano la risoluzione dell’artrite o delle eruzioni cutanee alla settimana 24, come definito dall'indice SLEDAI-2K ( Systemic Lupus Erythematosus Disease Activity Index-2000 ).
Le analisi di efficacia e sicurezza hanno incluso tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose del farmaco in studio.

Tra il 2016 e il 2017, 314 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere placebo ( n=105 ), Baricitinib 2 mg ( n=105 ) o Baricitinib 4 mg ( n=104 ).

Alla settimana 24, la risoluzione dell’artrite o rash secondo SLEDAI-2K è stata raggiunta da 70 pazienti su 104 ( 67% ) trattati con Baricitinib 4 mg ( odds ratio versus placebo, OR=1.8; P=0.0414 ) e 61 pazienti su 105 ( 58% ) trattati con Baricitinib 2 mg ( OR=1.3, P=0.39 ).

Eventi avversi sono stati riportati in 68 pazienti ( 65% ) nel gruppo placebo, 75 pazienti ( 71% ) nel gruppo Baricitinib 2 mg e 76 pazienti ( 73% ) nel gruppo Baricitinib 4 mg.
Eventi avversi gravi sono stati riportati in 10 pazienti ( 10% ) trattati con Baricitinib 4 mg, 11 ( 10% ) trattati con Baricitinib 2 mg e 5 ( 5% ) trattati con placebo; non sono stati segnalati decessi.
Infezioni gravi sono state riportate in 6 pazienti ( 6% ) con Baricitinib 4 mg, 2 ( 2% ) con Baricitinib 2 mg e 1 ( 1% ) con placebo.

La dose di Baricitinib da 4 mg, ma non la dose da 2 mg, ha migliorato significativamente i segni e i sintomi del lupus eritematoso sistemico attivo in pazienti che non erano adeguatamente controllati nonostante la terapia standard di cura, con un profilo di sicurezza coerente con precedenti studi su Baricitinib.

Lo studio ha fornito le basi per futuri studi di fase 3 sull'inibizione JAK1/2 con Baricitinib come nuova potenziale terapia orale per il lupus eritematoso sistemico. ( Xagena2018 )

Wallace DJ et al, Lancet 2018; 392: 222-231

Reuma2018 Farma2018


Indietro