Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Recupero attenuato della frequenza cardiaca post-esercizio nei pazienti con lupus eritematoso sistemico: ruolo della gravità della malattia e del trattamento con beta-bloccanti


La tachicardia sinusale è frequentemente riportata nel lupus eritematoso sistemico ( SLE ), mentre ci sono dati limitati sulla capacità post-esercizio di rallentare la frequenza cardiaca ( cioè recupero della frequenza cardiaca, HRR ) in questo gruppo di pazienti.

Sono stati studiati 70 pazienti con lupus eritematoso sistemico e 30 controlli sani.
Tutte le persone esaminate sono state sottoposte a esami clinici dettagliati, ecocardiografia, monitoraggio Holter con variabilità della frequenza cardiaca e test di stress su tapis roulant utilizzando il protocollo di Bruce.

I valori HRR sono stati calcolati come differenza tra la frequenza cardiaca massima durante l'esercizio e la frequenza cardiaca al primo ( HRR1 ) e al terzo ( HRR3 ) minuto di riposo.
Gli individui con malattia coronarica, diabete mellito e sospetto di ipertensione polmonare sono stati esclusi da ulteriori analisi ( n=15 ).

55 pazienti con lupus eritematoso sistemico erano eleggibili per questo studio, di 41.5 anni in media, 87.3% donne, con punteggio SLICC / ACR-DI 3.58.
Nel gruppo lupus eritematoso sistemico il 36.4% dei pazienti aveva ricevuto beta-bloccanti, di solito per tachicardia sinusale precedentemente rilevata e/o ipertensione arteriosa.
HRR1 medio ( 36.9 vs 49.5, P=0.0004 ) e HRR3 ( 55.5 vs 69.2, P=0.0001 ) sono risultati significativamente più bassi nei pazienti con lupus eritematoso sistemico rispetto agli individui sani.

Sono state rivelate correlazioni significativamente negative tra il punteggio SLICC / ACR-DI e HRR1 ( r=-0.299, P=0.01 ), HRR3 ( r=-0.361, P=0.001 ) e capacità di esercizio ( r=-0.422, P minore di 0.0001 ).

Inoltre, è stato anche rivelato che il trattamento con beta-bloccanti altera significativamente HRR1, HRR3 e la capacità di esercizio nel lupus eritematoso sistemico.

In conclusione, i pazienti con lupus eritematoso sistemico sono caratterizzati da recupero attenuato della frequenza cardiaca dopo l'esercizio.
Nello studio, HRR compromesso è stato associato alla gravità della malattia e al trattamento con beta-bloccanti e probabilmente alla durata della malattia.
La valutazione di HRR nel lupus eritematoso sistemico può essere utilizzato come marcatore aggiuntivo di disfunzione del sistema nervoso autonomo cardiaco. ( Xagena2018 )

Bienias P et al, Lupus 2018; 27: 217-224

Reuma2018 Cardio2018 Farma2018


Indietro