Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Early Lupus Project: follow-up di un anno di una coorte italiana di pazienti con lupus eritematoso sistemico di recente insorgenza


Per descrivere le caratteristiche cliniche e sierologiche di una coorte prospetticamente seguita di pazienti con lupus eritematoso sistemico ( SLE ) con diagnosi precoce durante un periodo di follow-up di un anno, i pazienti affetti da lupus con una durata della malattia inferiore a 12 mesi sono stati arruolati in uno studio prospettico multicentrico.

Su 260 pazienti arruolati, 185 hanno avuto almeno 12 mesi di follow-up; di questi, l'84.3% erano donne, il 92.4% era di razza caucasica.
Il ritardo diagnostico medio era di circa 20 mesi; valori più alti dei punteggi ECLAM ( European Consensus Lupus Activity Measurement ) e di organi / sistemi coinvolti sono stati entrambi associati a un ritardo diagnostico più breve.

I parametri clinici e sierologici sono migliorati dopo l'ingresso nello studio. Tuttavia, la qualità di vita dei pazienti è peggiorata e i fattori di rischio cardiovascolare sono aumentati in modo significativo.
Circa un terzo dei pazienti con malattia attiva all'ingresso nello studio è andato in remissione ( ECLAM=0 ).

I predittori negativi per la remissione sono stati: ulcere orali, artrite, basso C4 ( complemento ), anticorpi anti-SSB ( Ro ) e terapia con Micofenolato.

C'è stato un uso diffuso di glucocorticoidi sia al basale che durante il follow-up.

In conclusione, sintomi clinici e parametri sierologici migliorano durante il primo periodo dopo la diagnosi.
Tuttavia, la qualità di vita dei pazienti si deteriora.
L'uso diffuso di glucocorticoidi è probabilmente la causa del precoce significativo aumento di alcuni fattori di rischio cardiovascolare. ( Xagena2018 )

Sebastiani GD et al, Lupus 2018; 27: 1479-1488

Reuma2018



Indietro